Sport senza frontiere onlus per l’integrazione sociale e il diritto allo sport

FIRST AID SPORT

004

FIRST AID SPORT

Inclusione sociale attraverso lo sport per rifugiati e richiedenti asilo

First Aid Sport è un progetto di Sport Senza Frontiere sostenuto dall’UNHCR che ha come obiettivo quello di favore l’inclusione sociale di giovani richiedenti asilo e rifugiati attraverso lo sport.

Sport Senza Frontiere da anni opera attraverso un proprio modello d’intervento che garantisce la continuità e la permanenza del bambino/ragazzo nel percorso sportivo/educativo in cui è stato inserito. Affinché l’attività sportiva diventi davvero strumento di cambiamento, è importante seguire i giovani da vicino, assicurarsi che la loro partecipazione sia costante e verificare i risultati. Per questo il modello d’intervento prevede, dopo l’inserimento, un costante monitoraggio da parte di personale della Onlus specializzato, con la supervisione di uno staff di psicologi. Vengono compilate anche delle schede di monitoraggio per registrarne progressi e cambiamenti. I ragazzi sono inoltre sottoposti a visite mediche prima di iniziare l’attività sportiva. Questo modello d’intervento che ha dato ottimi risultati negli anni, sui bambini seguiti dalla Onlus, è applicato anche ai ragazzi di First Aid Sport.

L’obiettivo del progetto è di ridurre l’isolamento dei giovani richiedenti asilo e rifugiati, le loro basse aspettative per il futuro, le possibili difficoltà relazionali, le eventuali difficoltà motorie e di coordinazione e malattie psico-fisiche dovute alle esperienze traumatiche subite. Lo sport può aiutare questi ragazzi a recuperare fiducia ed aumentare le possibilità di inserimento nella società.

I beneficiari di First Aid Sport hanno iniziato ad ottobre 2017 e ad oggi sono 61. Del gruppo fanno parte anche 21 minori e 4 donne. Gli sport praticati includono karate, calcio, basket, atletica/corsa, duathlon, pallavolo, basket, judo, pugilato, badminton e nuoto: Le attività vengono svoltenelle città di Milano, Napoli e Roma, con il coinvolgimento di 13 società sportive.

Il gruppo di ragazzi che praticano la corsa si sta preparando per partecipare alla Milano Marathon e dunque ad Aprile alcuni di loro disputeranno la loro prima gara sportiva ufficiale.

Guarda l'articolo su Repubblica.it

Fotografie di Giovanni Pulice/Zona

006